Passa ai contenuti principali

Emma Woolf - ALLA FINE DI UN LUNGO INVERNO

Ciao a tutti! :)
Sono finalmente tornata dalle mie settimane di intenso e faticoso lavoro di comprensione del tedesco in Germania :) ma ho visto che siete rimasti tutti nelle buone mani della cara e vecchia Ross!

Avrei dovuto scrivere questa recensione prima di partire, ma ho deciso di prendermi un pochino di tempo per riflettere sulla mia lettura, che nonostante la semplicità con cui è scritto, rimane pur sempre un libro che tratta un argomento difficile e contorto.

TITOLO: Alla fine di un lungo inverno
AUTORE: Emma Woolf
EDITORE: Tea
PAGINE: 249
    14 €
VOTO: 8.5/10

Emma Woolf è pronipote di Virginia Woolf. Ha studiato all'Università di Oxford e ha lavorato in una casa editrice londinese prima di diventare giornalista freelance. Scrive per The Independent, Harper's Bazaar, Red, Grazia, The Times, e The mail on Sunday.
La sua rubrica settimanaale "An Apple a Day" sul Times è uno degli appuntamenti più seguiti del giornale. Alla fine di un lungo inverno è il suo primo libro.



"Ti domandi che cosa ci sia in te che non va? É soltanto uno tsunami, Em... Nelle tue profondità dev'essersi scatenato un terremoto, perciò aspetta di vedere come e dove si assesterà.
Concordo con te che il senso di colpa è inutile e che arriva un momento in cui bisogna smettere d'incolpare l'anoressia, o i nostri difetti, o le relazioni passate, o la paura. Lo tsunami interiore chiede di essere ascoltato, e forse affrontato. In seguito sarai in grado di vederlo per quello che è... In questo momento ti trovi su un gradino davvero insidioso, però ti garantisco che proseguendo incontrerai molti altri gradini. Potresti considerare di permettere a qualcuno di aiutarti a saltare sul prossimo. "

Un libro che più che romanzo, è un diario. Ma un diario di riflessioni, considerazioni e possibilità. Pieno di obiettivi per la vita e pensieri su ciò che è già successo, e ciò che succederà.
Questo diario è un'autobiografia, nulla di falso, nulla di impossibile.
Ci sono spiegazioni scientifiche, statistiche, ma anche racconti di viaggi grandiosi con il suo fidanzato, incontri con medici, persone e avvenimenti importanti della sua vita. Esattamente come nella vita reale.
L'unica differenza con le nostre vite, è che lei ha un obiettivo principale non poco semplice. Vuole recuperare parte del tempo "mangiato" dall'anoressia, e non ne vuole assolutamente perdere altro per questa malattia insidiosa, da cui sta cercando di prendere le distanze.

" < Quest'anno intendo abbattere le mie barriere, lasciare che Tom mi ami, e accettare più rischi. [...] É arrivato il momento di lasciarsi andare>. Sì, è arrivato il momento di lasciarmi andare, di arrischiarmi a vivere le mie emozioni, d'imparare a vivere nel mondo reale, aprirmi ad altre persone, permettere a me stessa di "partecipare". "


 

Ho trovato quest'autobiografia scritta in un modo ammirevole, e si nota la penna giornalistica dell'autrice per il descrivere i fatti con i pro e contro,  e fornendo sempre informazioni ulteriori. L'autrice ha svolto un lavoro esemplare, aggiungendo emozioni e commenti personali, cose che di solito un giornalista non  è tenuto ad inserire. Così facendo, l'autobiografia ha potuto raggiungere la  definizione di romanzo, prendendo anche caratteri molto personali per quanto riguarda i giudizi e le opinioni.
Penso sia un libro utile da leggere, soprattutto per le persone che vivono situazioni anche solo lontanamente simili alle sue, per aver la possibilità di considerare tutto ciò che Emma ha avuto il coraggio di svelare e raccontare nel suo libro.

Restate attenti: ci saranno presto nuovi aggiornamenti!

Post popolari in questo blog

E Hemingway - Le Nostre Parole

LE NOSTRE PAROLE è il nome che abbiamo dato al nostro blog.
Non è stata una scelta banale, e neanche una decisione spinta dalla disperazione.
L'abbiamo scelto perché con le nostre parole volevamo riempire questo spazio virtuale e scambiare opinioni con le vostre parole.
In realtà, però, non abbiamo mai espresso completamente la nostra opinione di ciò che leggiamo, un po' perché gli argomenti sono vasti e i libri lunghi, e un po' perché non ci abbiamo mai pensato davvero.
Vogliamo cominciare, quindi, con questa rubrica a cadenza indeterminata, in cui commentiamo poesie o citazioni che ci hanno colpito e fatto riflettere.


Un paio di ore fa stavo scuriosando su internet, e, immagino come molti di voi, sono capitata su quest'immagine (la condivido qui sotto). Oltre al fatto che conoscevo questo disegno di Paula Bonet, artista che stimo moltissimo, mi sono soffermata un paio di secondi per la frase.


Sono subito andata a cercare su internet di cosa si trattasse, dal momento …

FOLLI FOLLIE #2

Alla fine, il post della settimana scorsa è diventata una rubrica :)
Oggi, per festeggiare un po' il compleanno della nostra Rossella, siamo state in città: lei ha ricevuto 3 libri in regalo, e ne abbiamo comprati altri... Ma non mancano neanche una valanga di ebooks che ci hanno inviato delle case editrici...
Libri cartacei

Il 12 giugno l'autrice, Sara Rattaro, sarà alla Feltrinelli di Verona, per cui ho subito cercato di prenderlo, così potrò avere l'autografo, e magari anche una foto! :)
Di Matteo Meffucci, cantante degli Zero Assoluto è usciro da pochi mesi il suo nuovo libro "La traiettroia casuale dell'amore" e da inguaribile romantica, non h potuto non pendermi già dal titolo e dalla copertina e così...era già tra le mie braccia pronto per andare alla cassa XD 
Uno dei primi libri di Conano Doyle nel nuovissimo formato tascabile Newton.La cosa impressionante di questo libro è...che costa solo 0.99 euro! un affare! per chi vuole conoscere Conan Doyle d…

Rosamunde Pilcher - SOLSTIZIO D'INVERNO

AUTORE: Rosamunde Pilcher TITOLO: Solstizio d'inverno EDITORE: Mondadori PAGINE: 538 nuova edizione 10,50€ VOTO: 7/10 Rosamunde Pilcher nata Scott (Cornovaglia, 1924), ha lavorato al Foreign Office e, durante la guerra, si è arruolata come ausiliaria della Marina Militare, prestando servizio a Ceylon. Tornata in patria, si è trasferita in Scozia, dove tuttora vive. Nel 1946 ha sposato Graham Hope Pilcher, assumendo il nome con cui è conosciuta in tutto il mondo come una delle più amate autrici di storie romantiche. Ha iniziato a scrivere giovanissima, pubblicando nel 1949 i primi racconti, Half-way to the Moon, con lo pseudonimo Jane Fraser e nel 1955 A Secret to Tell, il primo romanzo pubblicato con il suo nome. Del 1987 è il grande successo di I cercatori di conchiglie. Grandi bestseller sono stati anche Settembre (1990), Ritorno a casa (1995) e Solstizio d'inverno (2000), con il quale ha detto addio all'attività letteraria. Dalle sue opere sono stati tratti circa ottanta film…