Passa ai contenuti principali

Massimo Junior D'Auria - DISSONANZE

AUTORE: Massimo Junior D'Auria
TITOLO: Dissonanze
EDITORE: Sogno Edizioni
PAGINE: 146
 8,50 €
VOTO: 9/10

Massimo Junior D'Auria è nato a Napoli nel 1989, studia Lettere Moderne alla Federico II, questa è la terza raccolta dopo "La vita degli altri" (ASE, 2009) e "Nero N.9" (Sogno Edizioni).
Ha curato anche alcune antologie per la Sogno Edizioni.
Collabora con il portale sull'editoria e sulla scrittura "Writer's dream".


L'antologia è suddivisa in 7 racconti:

Incontro al bivio
L'uomo in nero
Quel verso a metà tra un ruggito e un barrito
Scrivere
Requiem Aeternam
E se dovessi morire?
La proposta
Questa raccolta è di genere noir, un genere più violento e senza pietà.
Non sono solita leggere e recensire antologie, per cui organizzerò la mia recensione con una modalità diversa dalle altre volte, descrivendo il racconto che più mi ha colpito, e facendo una recensione per il racconto,  e successivamente una per la raccolta!

Quel verso a metà tra un ruggito e un barrito:

Amadou è un ragazzo di colore, che, come i suoi connazionali, è costretto a lavorare in condizioni pessime per pochi euro l'ora per poter sopravvivere.
Un giorno, mentre torna a casa, un uomo arriva su un furgone, e dice a chi vuole di salire,  e lavorare in cambio di una paga, che, chiaramente, fa comodo a tutti. Lungo il viaggio, sentono un fischio, e tutti si addormentano. Si risvegliano nel bel mezzo di un campo di grano, se, spaventati, cercano una via d'uscita. All'improvviso sentono un "verso a metà tra un ruggito e un barrito"  e la gente comincia a sparire, risucchiata dal terreno, durante la fuga disperata.
La terribile bestia da cui proviene il verso, è la morte e non ha pietà per nessuno. Ma mentre gli altri muoiono da soli, Amadou e Taiba, uno dei pochi fuggitivi sopravvissuti, trovano il cancello, una uscita verso la libertà, bloccato e restano abbracciati, pronti ad affrontare la morte.




 Decidere da dove cominciare a recensire questa raccolta mi ha preso molto tempo, e non posso ancora dire di essere soddisfatta e sicura di quello che scriverò, certa di non essere capace di mettere in rilievo tutti gli aspetti che mi hanno colpita.

Prima di questa raccolta mi è capitato soltanto una volta di leggere un libro di genere noir, Corner's Church, e, non so se sia per il fatto che mi piacciono racconti o film piuttosto crudi e violenti, o per come sono stati scritti, mi hanno lasciato entusiasta e allo stesso tempo perplessa: mi sono sempre chiesta come possa uscire così tanta violenza e senso di distruzione dalla penna di una persona, che deve avere una mente geniale ma particolare per poter immaginare così tante situazioni in cui persone subiscono percosse e rapimenti, ognuna diversa dall'altra.

Nonostante io sia contro la violenza, apprezzo molto il genere noir: la freddezza e la decisione con cui svolgono omicidi i protagonisti è a dir poco inimmaginabile, e ogni volta, ogni racconto, ogni ferita, non può che lasciarmi a bocca aperta, senza parole e disgustata.

Anche per questo libro, ho scelto di prendermi un po' di tempo per riflettere su ciò che ho letto, per come l'ho letto e per quello che mi è rimasto.

Ripensando, quindi, ai vari racconti, sono rimasta affascinata dal modo di scrivere dell'autore: in ogni racconto c'era un protagonista diverso, ma le storie erano narrate sempre in modo tale da sembrare come se fosse una descrizione di un video di una telecamera che aveva ripreso la scena insieme alle emozioni dei presenti.

Concludo dicendo che non vedo l'ora di poter leggere una nuova opera di D'Auria, e che spero che possa avere successo per la sua bravura e particolare fantasia noir :)

Promosso a pieni voti!
Massimo, in bocca al lupo!





 

Post popolari in questo blog

FOLLI FOLLIE #2

Alla fine, il post della settimana scorsa è diventata una rubrica :)
Oggi, per festeggiare un po' il compleanno della nostra Rossella, siamo state in città: lei ha ricevuto 3 libri in regalo, e ne abbiamo comprati altri... Ma non mancano neanche una valanga di ebooks che ci hanno inviato delle case editrici...
Libri cartacei

Il 12 giugno l'autrice, Sara Rattaro, sarà alla Feltrinelli di Verona, per cui ho subito cercato di prenderlo, così potrò avere l'autografo, e magari anche una foto! :)
Di Matteo Meffucci, cantante degli Zero Assoluto è usciro da pochi mesi il suo nuovo libro "La traiettroia casuale dell'amore" e da inguaribile romantica, non h potuto non pendermi già dal titolo e dalla copertina e così...era già tra le mie braccia pronto per andare alla cassa XD 
Uno dei primi libri di Conano Doyle nel nuovissimo formato tascabile Newton.La cosa impressionante di questo libro è...che costa solo 0.99 euro! un affare! per chi vuole conoscere Conan Doyle d…

E Hemingway - Le Nostre Parole

LE NOSTRE PAROLE è il nome che abbiamo dato al nostro blog.
Non è stata una scelta banale, e neanche una decisione spinta dalla disperazione.
L'abbiamo scelto perché con le nostre parole volevamo riempire questo spazio virtuale e scambiare opinioni con le vostre parole.
In realtà, però, non abbiamo mai espresso completamente la nostra opinione di ciò che leggiamo, un po' perché gli argomenti sono vasti e i libri lunghi, e un po' perché non ci abbiamo mai pensato davvero.
Vogliamo cominciare, quindi, con questa rubrica a cadenza indeterminata, in cui commentiamo poesie o citazioni che ci hanno colpito e fatto riflettere.


Un paio di ore fa stavo scuriosando su internet, e, immagino come molti di voi, sono capitata su quest'immagine (la condivido qui sotto). Oltre al fatto che conoscevo questo disegno di Paula Bonet, artista che stimo moltissimo, mi sono soffermata un paio di secondi per la frase.


Sono subito andata a cercare su internet di cosa si trattasse, dal momento …

Rosamunde Pilcher - SOLSTIZIO D'INVERNO

AUTORE: Rosamunde Pilcher TITOLO: Solstizio d'inverno EDITORE: Mondadori PAGINE: 538 nuova edizione 10,50€ VOTO: 7/10 Rosamunde Pilcher nata Scott (Cornovaglia, 1924), ha lavorato al Foreign Office e, durante la guerra, si è arruolata come ausiliaria della Marina Militare, prestando servizio a Ceylon. Tornata in patria, si è trasferita in Scozia, dove tuttora vive. Nel 1946 ha sposato Graham Hope Pilcher, assumendo il nome con cui è conosciuta in tutto il mondo come una delle più amate autrici di storie romantiche. Ha iniziato a scrivere giovanissima, pubblicando nel 1949 i primi racconti, Half-way to the Moon, con lo pseudonimo Jane Fraser e nel 1955 A Secret to Tell, il primo romanzo pubblicato con il suo nome. Del 1987 è il grande successo di I cercatori di conchiglie. Grandi bestseller sono stati anche Settembre (1990), Ritorno a casa (1995) e Solstizio d'inverno (2000), con il quale ha detto addio all'attività letteraria. Dalle sue opere sono stati tratti circa ottanta film…