Passa ai contenuti principali

Jean-Luc Bannalec - NATURA MORTA IN RIVA AL MARE


AUTORE: Jean-Luc Bannalec
TITOLO: Natura morta in riva al mare
PAGINE: 307
EDITORE: Piemme
16,90 €
VOTO: 7/10

Jean-Luc Bannalec scrive sotto pseudonimo e divide il suo tempo tra la Germania e la Bretagna. A giugno 2013 è uscito per l'editore tedesco Kiepenheuer & Witsch il suo secondo romanzo: una nuova indagine del commissario Dupin.




Georges Dupin è un parigino trapiantato in Bretagna da tre anni, a seguito di uno scandalo che ha provocato da commissario nella capitale francese.
In pieno luglio si ritrova alle prese con un nuovo caso, molto importante: Pierre-Louis Pennec, direttore del Central e capostipite di una delle famiglie più importanti
della cittadina di Pont-Aven sia dal punto di vista economico per l'hotel, sia dal punto di vista storico-artistico.
La nonna Marie-Jeanne aveva avuto l'onore di ospitare e di conoscere per vari anni alcuni famosi artisti, come Gauguin, che le hanno donato alcuni quadri.
E durante le indagini avvengono vari colpi di scena, facendo ruotare tutto intorno alla storia passata...
Così si scopre che la signora Lajoux, governante del Central, ha una relazione da tempo con Pennec;
il testamento redatto dal notaio Denis esclude il fratello André da tutta l'eredità,
e il figlio Loic con la moglie Francine ricevono "solo" l'hotel e altri due immobili...
Ma c'è un segreto che nessuno osa svelare, nemmeno al commissario... un segreto che potrebbe essere così importante da essere il movente....


Questo romanzo giallo mi ha catturata moltissimo!
Dupin è un commissario molto freddo, sulle sue, ma che sotto sotto si lascia  coinvolgere emotivamente e in grado di provare emozioni forti, come l'amore...
É un personaggio molto scorbutico e inavvicinabile, ma comincia a lasciarsi andare per la simpatia nei confronti dell'assistente Nolwenn e della professoressa dell'università di Brest, Marie Morgane Cassel, che viene consultata per una perizia artistica di rilevante importanza...
Come viene detto anche nel libro, si giunge ad un punto nell'inchiesta, in cui si nota chiaramente qualcosa che non quadra: tutti quanti vogliono istituirsi come osservatori delle volontà di Pennec, ma chi sta mentendo?
E qui entra in atto la squadra di Dupin, che lavorando duramente riesce ad effettuare scoperte sensazionali... I personaggi sono ben creati, e nulla viene lasciato al caso. Le descrizioni sono state realizzate in modo da donare un'immagine realistica di tutto l'ambiente, e da creare un volto personalizzato per ciascuna figura.

La particolarità di questo libro è l'unione delle caratteristiche del genere giallo con numerosi elementi artistici e storici, riguardanti la storia della Scuola di Pont-Aven, frequentata negli ultimi anni dell'Ottocento da pittori più o meno conosciuti.
L’indagine attorno all’omicidio, pur complessa, coinvolgente e serrata (dura in tutto quattro giorni, che corrispondono ai capitoli del libro), non è l'unico argomento al centro del racconto. Il mare, il vento dell’Atlantico, la vegetazione, i repentini mutamenti atmosferici, la natura della Bretagna, sono gli altri elementi della vicenda e riflettono chiaramente l’amore dell’autore per quella terra.

Ho dato solamente un 7 a questo libro, perché non l'ho sentito più di tanto mio. La storia è grandiosa, ma è talmente distante da una realtà fattibile, che non sono riuscita a immedesimarmi.
Non so se sia stata colpa del fatto che il protagonista era uomo e che nascondesse le proprie emozioni anche a se stesso, e che quindi non ci siano state neanche le possibilità per mettersi nei panni di qualcun altro... Non lo so davvero spiegare, ma la sensazione che mi è rimasta è proprio questa, di vuoto..

Quindi, consiglio "Natura morta in riva al mare" a chi ama l'arte, la Bretagna con i suoi paesaggi e cultura, e i gialli pieni di suspance e di colpi di scena, ma mi permetto di consigliare un'altra lettura a chi è abituato a leggere romanzi rosa o a chi preferisce lasciarsi coinvolgere dalle emozioni!

Post popolari in questo blog

FOLLI FOLLIE #2

Alla fine, il post della settimana scorsa è diventata una rubrica :)
Oggi, per festeggiare un po' il compleanno della nostra Rossella, siamo state in città: lei ha ricevuto 3 libri in regalo, e ne abbiamo comprati altri... Ma non mancano neanche una valanga di ebooks che ci hanno inviato delle case editrici...
Libri cartacei

Il 12 giugno l'autrice, Sara Rattaro, sarà alla Feltrinelli di Verona, per cui ho subito cercato di prenderlo, così potrò avere l'autografo, e magari anche una foto! :)
Di Matteo Meffucci, cantante degli Zero Assoluto è usciro da pochi mesi il suo nuovo libro "La traiettroia casuale dell'amore" e da inguaribile romantica, non h potuto non pendermi già dal titolo e dalla copertina e così...era già tra le mie braccia pronto per andare alla cassa XD 
Uno dei primi libri di Conano Doyle nel nuovissimo formato tascabile Newton.La cosa impressionante di questo libro è...che costa solo 0.99 euro! un affare! per chi vuole conoscere Conan Doyle d…

E Hemingway - Le Nostre Parole

LE NOSTRE PAROLE è il nome che abbiamo dato al nostro blog.
Non è stata una scelta banale, e neanche una decisione spinta dalla disperazione.
L'abbiamo scelto perché con le nostre parole volevamo riempire questo spazio virtuale e scambiare opinioni con le vostre parole.
In realtà, però, non abbiamo mai espresso completamente la nostra opinione di ciò che leggiamo, un po' perché gli argomenti sono vasti e i libri lunghi, e un po' perché non ci abbiamo mai pensato davvero.
Vogliamo cominciare, quindi, con questa rubrica a cadenza indeterminata, in cui commentiamo poesie o citazioni che ci hanno colpito e fatto riflettere.


Un paio di ore fa stavo scuriosando su internet, e, immagino come molti di voi, sono capitata su quest'immagine (la condivido qui sotto). Oltre al fatto che conoscevo questo disegno di Paula Bonet, artista che stimo moltissimo, mi sono soffermata un paio di secondi per la frase.


Sono subito andata a cercare su internet di cosa si trattasse, dal momento …

Rosamunde Pilcher - SOLSTIZIO D'INVERNO

AUTORE: Rosamunde Pilcher TITOLO: Solstizio d'inverno EDITORE: Mondadori PAGINE: 538 nuova edizione 10,50€ VOTO: 7/10 Rosamunde Pilcher nata Scott (Cornovaglia, 1924), ha lavorato al Foreign Office e, durante la guerra, si è arruolata come ausiliaria della Marina Militare, prestando servizio a Ceylon. Tornata in patria, si è trasferita in Scozia, dove tuttora vive. Nel 1946 ha sposato Graham Hope Pilcher, assumendo il nome con cui è conosciuta in tutto il mondo come una delle più amate autrici di storie romantiche. Ha iniziato a scrivere giovanissima, pubblicando nel 1949 i primi racconti, Half-way to the Moon, con lo pseudonimo Jane Fraser e nel 1955 A Secret to Tell, il primo romanzo pubblicato con il suo nome. Del 1987 è il grande successo di I cercatori di conchiglie. Grandi bestseller sono stati anche Settembre (1990), Ritorno a casa (1995) e Solstizio d'inverno (2000), con il quale ha detto addio all'attività letteraria. Dalle sue opere sono stati tratti circa ottanta film…