Passa ai contenuti principali

Erin E. Keller, THE SCAR


TITOLO: The scar
AUTORE: Erin E. Keller
EDITORE: Triskell
PAGINE: 51
ebook gratis
VOTO: 8.5/10

Erin E. Keller vive con il marito e parecchi gatti in una casa vicino a un campo di grano. Irlandese nel cuore e nell'anima, spera un giorno di trasferirsi nell'isola di Smeraldo. Scrive da cinque anni, avolte con il suo nome vero, altre sotto pseudonimo. Le piace lasciar vagare la mente nel mondo reale piuttosto che in quello fantastico, quindi le sue storie spaziano dal contemporaneo allo storico, dal noir al thriller, anziché raccontare storie di boschi fatati o di creature morfologicamente inumane. Ama scrivere d'amore. E di uomini.


"Solo alla morte non c'è rimedio"

è quello che Ryan vorrebbe poter ottimisticamente pensare. Ma non ce la fa.
Dal terribile incidente che l'ha sconvolto e, secondo lui, orribilmente sfregiato sul volto da una cicatrice (The scar, appunto) che non gli permette e non gli dà la possibilità di vivere tranquillo, senza dover continuamente spostare i capelli per evitare che gli altri lo fissino.

"Senti Ryan, è ovvio che si vede. Ed è naturale che le persone si irrigidiscano per un momento quando la notano. Ma ti assicuro che non è per il disprezzo o il disgusto. É perché il pensiero che possa esserti successo qualcosa di brutto è la prima cosa che ti salta in mente... e resti senza parole. Provi dispiacere, insomma."

gli dice Charlie, sua ex ragazza e attuale migliore amica. Ma lui non lo ascolta, preso com'è dal suo pensiero costante: la cicatrice!

"Vorrei solo conoscerti meglio, tutto qui. E vorrei anche farti sorridere ogni tanto... lo fai davvero poco."

è una delle frasi dette da Sean, tatuatore irlandese che con la sua curiosità e pazienza comincia ad avvolgerlo in un'iniziale amicizia di reciproca ricerca e attrazione.

"Dovrei essere cieco per non vederlo, ma non posso permettermi di pensare a lui. Sarebbe controproducente e inutile. No. Non posso. Finirei per farmi del male."

pensa Ryan. É così coinvolto da quella solitudine e da quella paura di lasciarsi andare e di sbagliare, da volersi, almeno inizialmente, privare della felicità e soddisfazione che trarrebbe dall'aprirsi con Sean.
Ma lo farà alla fine?




Un libro coinvolgente, che ti trascina alla fine del libro senza che te ne accorga.
Anche il protagonista, Ryan, è un personaggio che incuriosisce, che ti spinge a scoprire chi è, chi è stato e chi sarà. Rappresenta la sofferenza, l'imbarazzo e il non sentirsi a proprio agio, emozioni difficili da spiegare e da raccontare. I miei complimenti vanno, quindi, all'autrice per esser riuscita in quest'impresa non sbagliando una sola mossa.
É stata abile anche trattare un argomento attuale e di sempre più normalità ai giorni nostri: l'omosessualità. In questo libro non è nulla di strumentale o di terribilmente indecente, come qualcuno potrebbe pensare, ma qualcosa di sentito e di vissuto, qualcosa di desiderato e sofferto.

Non è un libro impegnativo, scorrevole e di facile trama. Lo consiglio a chi ha voglia di rilassarsi la sera con una tazza di tè in mano seduto sul divano avvolto da calde coperte.
E voi, cosa ne pensate?

Post popolari in questo blog

FOLLI FOLLIE #2

Alla fine, il post della settimana scorsa è diventata una rubrica :)
Oggi, per festeggiare un po' il compleanno della nostra Rossella, siamo state in città: lei ha ricevuto 3 libri in regalo, e ne abbiamo comprati altri... Ma non mancano neanche una valanga di ebooks che ci hanno inviato delle case editrici...
Libri cartacei

Il 12 giugno l'autrice, Sara Rattaro, sarà alla Feltrinelli di Verona, per cui ho subito cercato di prenderlo, così potrò avere l'autografo, e magari anche una foto! :)
Di Matteo Meffucci, cantante degli Zero Assoluto è usciro da pochi mesi il suo nuovo libro "La traiettroia casuale dell'amore" e da inguaribile romantica, non h potuto non pendermi già dal titolo e dalla copertina e così...era già tra le mie braccia pronto per andare alla cassa XD 
Uno dei primi libri di Conano Doyle nel nuovissimo formato tascabile Newton.La cosa impressionante di questo libro è...che costa solo 0.99 euro! un affare! per chi vuole conoscere Conan Doyle d…

E Hemingway - Le Nostre Parole

LE NOSTRE PAROLE è il nome che abbiamo dato al nostro blog.
Non è stata una scelta banale, e neanche una decisione spinta dalla disperazione.
L'abbiamo scelto perché con le nostre parole volevamo riempire questo spazio virtuale e scambiare opinioni con le vostre parole.
In realtà, però, non abbiamo mai espresso completamente la nostra opinione di ciò che leggiamo, un po' perché gli argomenti sono vasti e i libri lunghi, e un po' perché non ci abbiamo mai pensato davvero.
Vogliamo cominciare, quindi, con questa rubrica a cadenza indeterminata, in cui commentiamo poesie o citazioni che ci hanno colpito e fatto riflettere.


Un paio di ore fa stavo scuriosando su internet, e, immagino come molti di voi, sono capitata su quest'immagine (la condivido qui sotto). Oltre al fatto che conoscevo questo disegno di Paula Bonet, artista che stimo moltissimo, mi sono soffermata un paio di secondi per la frase.


Sono subito andata a cercare su internet di cosa si trattasse, dal momento …

Considero valore.. Erri de Luca

Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca.
Considero valore il regno minerale, l’assemblea delle stelle. Considero valore il vino finché dura il pasto, un sorriso involontario, la stanchezza di chi non si è risparmiato,  due vecchi che si amano. Considero valore quello che domani non varrà più niente e quello che oggi vale ancora poco.
Considero valore tutte le ferite.
Considero valore risparmiare acqua,  riparare un paio di scarpe, tacere in tempo, accorrere a un grido,  chiedere permesso prima di sedersi, provare gratitudine senza ricordare di che.
Considero valore sapere in una stanza dov’è il nord,
qual è il nome del vento che sta asciugando il bucato. Considero valore il viaggio del vagabondo, la clausura della monaca, la pazienza del condannato, qualunque colpa sia.
Considero valore l’uso del verbo amare e l’ipotesi che esista un creatore.
Molti di questi valori NON ho conosciuto.
Erri De Luca, da “Opera sull’acqua e altre poesie”


Quando le poesie entrano nella tua vita…